Riconoscere le proprie emozioni per un miglior aiuto emotivo

riconoscore-le-emozioni-psicologo-roma

Le emozioni sono il motore della nostra esistenza: riuscireste ad immaginare una giornata senza un’emozione?

Non avremmo motivazioni, stimoli, impulsi. Reagire a ciò che ci circonda provoca effetti su di noi, fare qualcosa crea un mix di sensazioni che ci accompagnano ogni giorno. Rivedere una persona dopo molto tempo o attendere una risposta: chi non si è mai trovato alle prese con queste sensazioni che generano un’altalena di emozioni, appunto.

Ma come possiamo definire la parola “emozione”? Cosa significa emozionarsi e perché ci emozioniamo?

Una definizione completa la riassume così: “L’emozione è uno stato psichico affettivo e momentaneo che consiste nella reazione opposta dall'organismo a percezioni o rappresentazioni che ne turbano l'equilibrio. Secondo la maggior parte delle teorie moderne, le emozioni sono un processo articolato in più componenti e con un decorso temporale che evolve” (fonte: Wikpedia).

Le nostre emozioni aiutano a guidare le decisioni che prendiamo in ogni minuto della nostra vita. Il mondo che ci circonda e i pensieri che ci accompagnano innescano reazioni emotive in ogni momento. Molto di ciò che facciamo è motivato dal desiderio di cambiare o mantenere uno stato emotivo, di aggrapparci a buoni sentimenti o di evitare quelli negativi. Diverse emozioni ci portano ad agire in modi diversi: otteniamo una spinta ad agire e diverse emozioni ci guidano verso diversi tipi di azioni, una costante questa che ha caratterizzato in particolare la vita e la storia dell’essere umano.

Come tutta la vita sulla Terra, gli esseri umani si sono evoluti da altri organismi. Gran parte del nostro "hardware" biologico è molto simile a quello che si trova in altre specie, anche se gran parte del nostro "software" psicologico è diverso.

Se vogliamo capire le nostre emozioni abbiamo bisogno di capire da dove provengono e come sono cambiate.

In termini evolutivi appunto, l’approccio umano razionale nel risolvere i problemi analizzandoli e valutandone deliberatamente i pro e i contro è uno step molto recente al mondo. Gli animali non pensano e ragionano come noi, ma le emozioni e gli stati emotivi li guidano a prendere decisioni su come operare nel mondo, a cosa avvicinarsi o evitare ad esempio.
Evitare infatti può diventare un vantaggio: un'esperienza di paura porta ad avere cautele e si cerca di non imbattersi in ciò che ci ha spaventato. Se un animale prova disgusto quando mangia un nuovo cibo, eviterà di mangiarlo in futuro. Queste decisioni influenzano la sopravvivenza così come influisce l’approccio all’ambiente circostante.

Le emozioni sono state quindi catalizzate da un susseguirsi di avvicinamenti e allontanamenti, oscillando tra ciò che fa star meglio da ciò che minaccia la vita o il benessere. Cosa succede se non si adottano i comportamenti corretti tra avvicinamento e allontanamento? Si altera sicuramente il sistema di controllo e sopravvivenza, ad esempio, pensiamo alle dipendenze o alle forme di abuso in generale: anche queste situazioni possono far provare “emozioni” ma gli effetti non sarebbero utili al nostro benessere psicofisico.

In un certo senso è strano pensare alle emozioni come a un problema. Dopotutto, è una normale esperienza umana sentirli e spesso sono una buona guida per il nostro cammino.

Le nostre emozioni evolute e il nostro "hardware" biologico potrebbero essere stati programmati per aiutarci a sopravvivere in passato, ma devono far fronte a noi che viviamo vite moderne nel 21 ° secolo. Questo ci rende vulnerabili a un'ampia varietà di problemi ma va ricordato che le emozioni hanno subìto modifiche per aiutare gli esseri viventi a sopravvivere, non per renderli felici. Sta quindi a noi dare un senso a come possiamo fondere mente e corpo progettati per la sopravvivenza anziché per la felicità.

Alcune persone preferiscono vedere le emozioni come una guida piuttosto che come un problema

Quando ci troviamo con sentimenti forti, che durano troppo a lungo, impariamo una lezione e ciò influenza la nostra capacità di vivere ogni giorno, di programmare il futuro, di sognare o evitare quanto può aver portato a situazioni che non ci hanno dato quello che volevamo.

Come esseri viventi, abbiamo obiettivi e valori: vale la pena esplorare le emozioni quando bloccano i nostri progressi verso questi.
In termini di approccio psicologico all'emozione, un professionista può ricorrere a diverse forme di psicoterapia. Ogni scuola di terapia ha teorie, tecniche e insegnamenti differenti, ma tutte mirano ad aiutare le persone a gestire le rispettive vite emotive.

Le posizioni nei confronti delle emozioni di due modelli di terapia popolari sono la terapia cognitivo comportamentale (CBT) e la terapia di accettazione e impegno (ACT).

Terapia cognitivo comportamentale (CBT): quello che proviamo è il risultato di ciò che pensiamo e di come agiamo. Essa suggerisce che, se il nostro obiettivo è gestire come ci sentiamo, allora avremo bisogno di modificare il nostro modo di pensare e di comportarci.

Terapia di accettazione e impegno (ACT): i problemi si verificano quando le nostre emozioni, o i nostri tentativi di controllarle, intralciano il nostro modo di vivere una vita conforme ai nostri valori. Una "vita apprezzata" è quella che riteniamo significativa dal punto di vista personale, ma le nostre lotte con le emozioni spesso significano che andiamo fuori rotta.

La ACT pone un'enfasi diversa su ciò che è importante (vivere una vita significativa piuttosto che regolare come mi sento) e il suo fulcro è quello di facilitare gli individui verso una vita più apprezzata e personalmente appagante, in un contesto in cui le emozioni spiacevoli precedentemente ostruttive non servono più come ostacoli.

Argomenti

Il mio Canale YouTube

Psicologo con sede a Roma

  • Iscritto all'Ordine degli Psicologi del Lazio nella Sez. Psicoterapeuti col N. 13304

Iscriviti alla  Newsletter

Contatti

ps-logo-white@3x

Studio Koinè - Via Tigrè 77 - 00199 Roma, Italy

+39 3516811404

pierluca.santoro@koine-gestalt.it

Š 2023 Pierluca Santoro - P. Iva 11711471000