I 6 step per raggiungere la crescita personale

6-consigli-per-la-crescita-personale

Di recente molti psicologi hanno proposto un nuovo modello di empowerment personale definito dal mettersi alla prova sul campo (ovvero misurandosi nel mondo reale con nostra capacità) per avere un impatto sulle nostre relazioni e l'ambiente sociale. L'empowerment, per sua stessa definizione, richiede di aumentare la nostra effettiva influenza all'interno della nostra sfera sociale (relazioni intime, interpersonali o da semplici consumatori).

Lauren Cattaneo e Aliya Chapman della “George Mason University” hanno proposto un modello di empowerment personale che descrive un processo interattivo con un’enfasi sulle azioni nel mondo reale e l'impatto sulle nostre relazioni sociali.

I due ricercatori lo definiscono come "un processo in cui l’individuo che manca di potere stabilisce un obiettivo personalmente significativo orientato all'aumento dello stesso, agisce verso di esso, osserva e riflette sull'impatto di questa azione, attingendo al suo o la sua autoefficacia, conoscenza e competenza in evoluzione relative all'obiettivo ".

Un aspetto cruciale di questo nuovo modello è il feedback dinamico tra i nostri sforzi e i risultati prodotti. Successi e insuccessi lungo il percorso possono avere un impatto sul processo di empowerment sia in modo positivo che negativo.

Tutti ci imbattiamo in qualcosa che non ci soddisfa, non ci piace

In genere ci lamentiamo di qualcosa al solo scopo di sfogare le nostre frustrazioni. Ad esempio nella nostra vita personale, quando non ci sentiamo soddisfatti da qualcuno ne discutiamo con altre persone, raramente con il diretto interessato. Questo perché maturiamo la convinzione che portare le nostre lamentele alle persone responsabili, siano esse amici e persone care, possa aumentare il peso del problema e non portare ad una soluzione soddisfacente.

Tuttavia, se ci poniamo come missione questa voglia di passare dall’insoddisfazione alla soddisfazione potremo dimostrare la nostra influenza nelle relazioni e nel contesto sociale per sentirci quindi più capaci, competenti e responsabilizzati.

Cattaneo & Chapman delineano 6 passaggi nel processo di raggiungimento dell'empowerment personale.

1. Identificare un obiettivo orientato al potere:

l'idea è di aumentare il nostro livello di influenza a qualsiasi livello di interazione sociale, con un'altra persona, in un gruppo o in un sistema. Ottenere il risultato che vogliamo è una dimostrazione significativa della nostra influenza sociale. Quando ci lamentiamo o esprimiamo perplessità a un amico o a una persona cara e lo risolviamo con successo, stiamo avendo un impatto su una relazione che è sia significativa che altamente importante per la nostra vita.

2. Conoscenza:

per raggiungere il nostro obiettivo abbiamo bisogno di una comprensione del sistema coinvolto, delle dinamiche di potere che potremmo incontrare, delle risorse di cui avremo bisogno e di un piano d'azione.

3. Autoefficacia:

per agire dobbiamo prima credere di poter raggiungere il nostro obiettivo. Acquisire le conoscenze e le abilità necessarie per portare avanti l’insoddisfazione (trasformandola in qualcosa di positivo) e avere a nostra disposizione una varietà di strumenti efficaci può fare la differenza nel mondo per la nostra fiducia e sentimenti di autoefficacia.

4. Competenza:

migliori sono le nostre capacità, maggiore è la nostra competenza. Mettere in atto le nostre abilità appena acquisite ci fornirà rapidamente informazioni su dove siamo più forti e su cosa sia necessario lavorare in termini di competenze: più sforzi facciamo, più impariamo, più alto diventa il nostro livello di competenza.

5. Azione:

il processo di empowerment è dinamico. Agiamo, riflettiamo, valutiamo e agiamo di nuovo. Quando mostriamo insoddisfazione verso una persona cara, dovremmo mettere alla prova le nostre abilità affrontando prima lamentele piccole e meno significative (ad esempio, una lamentela su un lavoro domestico incompleto o uno specifico episodio di ritardo).

6. Impatto:

l'empowerment personale può arrivare con fatica. Non tutti gli sforzi produrranno subito risultati. Il processo di empowerment è proprio questo, un processo e non una metamorfosi improvvisa.

Il processo di empowerment non è una spinta lineare verso sentimenti interni più forti di efficacia ma piuttosto un processo dinamico in cui acquisiamo conoscenza, agiamo, valutiamo il nostro impatto e perfezioniamo i nostri sforzi. È indicato costruire lentamente perseguendo reclami più semplici prima di affrontare insoddisfazioni più significative. Ogni piccola lamentela che risolviamo lungo il percorso creerà un altro mattone su cui possiamo costruire un senso stabile e duraturo di empowerment personale, autostima e autoefficacia.

Se pensi di aver bisogno di uno psicologo per la crescita personale, contattami.

Lascia un commento



Categorie

Se sei interessato

chiedi un primo colloquio

3277,3188,3255,3263,3251,3259,3262,3188,3212,3188,3266,3259,3255,3268,3262,3271,3253,3251,3200,3269,3251,3264,3270,3265,3268,3265,3218,3261,3265,3259,3264,3255,3199,3257,3255,3269,3270,3251,3262,3270,3200,3259,3270,3188,3198,3188,3269,3271,3252,3260,3255,3253,3270,3188,3212,3188,3221,3265,3264,3270,3251,3270,3270,3265,3186,3254,3251,3262,3186,3269,3259,3270,3265,3188,3279
Your message has been successfully sent.
Oops! Something went wrong.